• Home
  • Arte & Eventi
    • Torre delle Arti di Bellagio

      Torre delle Arti di Bellagio

      La Torre delle Arti è il nuovo spazio museale di Bellagio nato dal recupero della Torre San Giacomo (Piazza della Chiesa), che ha come obiettivo l'organizzazione di eventi e manifestazioni, la valorizzazione del patrimonio storico artistico del territorio e la promozione della cultura nella molteplicità delle sue espressioni...

  • Sport & Natura
    • Downhill al San Primo

      Downhill al San Primo

      A Bellagio, sul Monte San Primo, una novità per tutti gli appassionati di sport, il downihill. Una disciplina che vi permette di vivere la montagna e le discese dei pendii del Monte San Primo in tutta sicurezza. Emozioni e divertimento a Bellagio!...

  • Lifestyle & tradizione
  • Itinerari e Guide
    • Guide, sentieri e travel inspiration

      Guide e Travel Inspiration

      Guide e informazioni turistiche per vivere la vostra vacanza a Bellagio. Sentieri da percorrere a piedi e in mountain bike per immergervi nella splendida natura che circonda il lago...

Sab08242019

Last update11:14:59 AM

Back Sei qui: Home Lifestyle & tradizione Temi e categorie Lago e turismo 27 Settembre - 29 Ottobre A Villa Carlotta arrivano i “patriarchi”

27 Settembre - 29 Ottobre A Villa Carlotta arrivano i “patriarchi”

27 Settembre - 29 Ottobre A Villa Carlotta arrivano i “patriarchi”

Ritorna a Villa Carlotta per il terzo anno consecutivo a partire da sabato 27 settembre fino al 29 ottobre, la mostra “Olivi lariani: la rivincita dei patriarchi”.

In mostra, dal 27 settembre al 29 ottobre, un reportage fotografico sugli esemplari di olivo secolari del territorio lariano. Tra salvaguardia degli antichi oliveti e rilancio della produzione olearia, si protegge e si valorizza la zona grazie anche a un laboratorio per bambini che strizza l’occhio a Expo 2015 e alla presentazione del volume “Gli olivi del Lario”.

In esposizione nella Torretta dell’antica dimora tremezzina, una serie di fotografie di Francesco Seletti sull’olivicoltura del lago di Como, per aggiornare gli appassionati sulle azioni di tutela degli antichi oliveti a terrazze e sul rilancio della produzione olearia. La mostra si inquadra nelle iniziative dell’associazione civica “La Cruna del Lago” a tutela del paesaggio e dei beni culturali del Lago di Como.

Sull'olivo e sulla sua origine ci sono molti miti e leggende. Secondo alcuni l’ulivo sarebbe stato fatto conoscere all'umanità dalla dea dell'antico Egitto Iside. Per altri, sarebbe stato Ercole a introdurlo dal Nordafrica.

E ancora, gli antichi greci attribuiscono la nascita dell’ulivo a una gara fra il dio del mare Posidone e Atena. Le due divinità gareggiavano tra loro per chi facesse il regalo più bello alla città di Atene. La vittoria andò alla dea della pace e della sapienza che donò un ulivo, che fu considerato talmente  importante che la città per ringraziarla assunse il suo nome.

Nonostante le diverse interpretazione mitologiche, tutti concordano da sempre sull’importanza dell’ulivo e dell’olio. Riconosciuto universalmente come una ricchezza, l’ulivo diventa quindi non solo patrimonio da salvaguardare ma “oggetto artistico” da esporre. È su quest’idea che si inserisce l’esposizione organizzata da Villa Carlotta. Dove l’attenzione è dedicata agli olivi secolari ed in particolare ai “patriarchi”, veri e propri monumenti vegetali che costituiscono un tesoro di grande valore  in quanto depositari del corredo genetico tipico ed unico dell’olivo lariano.

La mostra è allestita nella Torretta dell’antica dimora tremezzina. Scegliere questa location per ospitare l’esposizione non è un caso ma una scelta precisa. Infatti, la finta rovina fatta edificare da Gian Battista Sommariva nella prima metà dell’Ottocento - secondo i dettami della moda del tempo - è stata completamente recuperata l’anno scorso grazie al progetto Ecolarius che si declina in opere di conservazione e di riqualificazione di patrimoni architettonici, artistici e ambientali di un ambito territoriale identificabile con la sponda occidentale del Lario, con al centro l’Isola Comacina, la Valle Intelvi, il Capoluogo.

Dopo un lungo lavoro di restauro e conservazione la Torretta di Villa Carlotta non solo ha mantenuto la sua funzione originaria, quale privilegiato punto di osservazione del lago e di una parte del giardino, ma è diventata luogo dedicato a esposizioni e mostre. Quale posto migliore quindi, per ospitare la mostra dedicati agli olivi lariani?

Si parte con le foto che immortalano l’attività di recupero dell’oliveto della storica tenuta Sommariva che occupa la zona retrostante lo splendido orto botanico della dimora di Tremezzo, e che raccontano le mille ore di lavoro svolte da altrettanti volontari, organizzati in 29 unità, aderenti alla sezione di Como dell’Associazione Nazionale Alpini “Lago e Valli”. Sotto la guida di Renzo Gatti, gli alpini hanno liberato gli olivi monumentali dai rovi che impedivano alle piante di crescere correttamente e  grazie a questo risultato, ora, la prospettiva è di tornare a produrre  - sotto l’etichetta prestigiosa di Villa Carlotta - un olio extravergine di oliva di alta qualità, frutto di un più ampio progetto di tutela del paesaggio lacustre e di rilancio della sua economia rurale.

Il percorso narrativo della mostra di Villa Carlotta continua con gli scatti della campagna di propagazione   organizzata dall’ Associazione Interprovinciale Produttori Olivicoli Lombardi (AIPOL) che, grazie al vivaio del CNR di Perugia presso il quale stanno crescendo le talee degli olivi patriarchi lariani, realizzerà nel territorio nel prossimo anno una serie di oliveti sperimentali per conservare e tutelare la specie.

Ad arricchire la sequenza degli scatti, infine, le foto dell’attività del frantoio di Bellano, gestito dalla Comunità Montana della Valsassina e quelle del recupero degli olivi che attorniano la Torre Medievale di Ossuccio, nella ‘Zoca de l’Oli’, cuore della zona olearia lariana, sotto l’egida del Fondo Ambiente Italiano.

Il periodo dell’esposizione sarà inoltre arricchito da due appuntamenti che approfondiranno il tema degli olivi e la loro storia.

La giornata dedicata sarà quella del 12 ottobre.

Si parte con  la presentazione, alle ore 14e30, del volume “Gli olivi del Lario”, della collana “Quaderni della Biblioteca di Lenno”, con immagini e contributi sul quadro aggiornato dell’olearia lariana. I posti sono limitati e su prenotazione a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

A partire dalle 15e30, invece, i ragazzi dagli 8 ai 14 anni potranno avvicinarsi al mondo dell’olio grazie al laboratorio “Le olive nel piatto” durante il quale verranno presentate una serie di ricette allegre e divertenti, dolci e salate, stuzzichini e merende, dove il prezioso alimento e le olive sono protagonisti. Il costo del laboratorio è di 15 euro. Le iscrizioni devono pervenire entro il 5 ottobre a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il costo del laboratorio comprende: ingresso al museo e ai giardini, laboratorio, assaggi e una copia del libro “Cucina con il trucco”. Parte del ricavato verrà devoluto a Casa Oz di Torino e Vidas di Milano.

Per maggiori informazioni è possibile contattare Villa Carlotta (www.villacarlotta.it) al numero 0344.40405 o mandare una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

La Cruna del Lago è un’Associazione di promozione sociale fondata nel 2008 con la finalità della tutela paesaggistica del Lago di Como. – www.lacrunadellago.com

AddThis Social Bookmark Button